Vai ai contenuti

15/02 - LINGUA DEI SEGNI: NUOVO PROVVEDIMENTO DELLA REGIONE VENETO

WebMagazine
Pubblicato da Barbara Cocco in Attualità · 15 Febbraio 2018
Tags: disabilità
  
Con il provvedimento votato a larga maggioranza in Consiglio regionale sulle disposizioni per l’inclusione sociale, il riconoscimento e la promozione della lingua dei segni, la nostra Regione dimostra di essere particolarmente attenta verso chi vive una situazione di disabilità sensoriale. Questa legge regionale vuole essere punto di riferimento per le varie Istituzioni affinché si promuova una rete tra Enti, realtà private e mondo associativo con lo scopo di promuovere ogni forma di iniziativa migliorativa per le condizioni delle persone sorde, sordocieche, con disabilità uditiva in generale e con deficit di comunicazione – affermano i Consiglieri regionali di Fratelli d’Italia, Sergio Berlato e Massimiliano Barison. In modo particolare – come evidenziato dai Consiglieri Berlato e Barison – l’azione di inclusione sociale rivolta a queste persone deve tener conto di percorsi di facilitazione all’accesso al mondo del lavoro, ai mezzi di trasporto pubblici e ai servizi socio-sanitari. Non si tratta solo di promuovere l’insegnamento della lingua dei segni e la lingua dei segni italiana tattile, ma dotare la scuola degli strumenti più idonei perché fin dall’infanzia ci sia un approccio più incisivo nell’affrontare la disabilità sensoriale. E’ una sfida culturale che vuole mettere al centro la persona con disabilità, favorire ogni forma di comunicazione accessibile, mettere nelle condizioni chiunque di fruire dei servizi pubblici ed interagire con gli altri anche tramite l’utilizzo di nuovi strumenti di comunicazione. Anche nella promozione di eventi culturali si deve avere la dovuta attenzione affinché tali eventi possano essere apprezzati anche da chi ha disabilità sensoriali – concludono i Consiglieri regionali Berlato e Barison.



WebMagazine@2021  Via Gardese 3200 | Giacciano con Baruchella | Rovigo
Torna ai contenuti