Vai ai contenuti

ALIMENTARE: CIAMBETTI, FRANCOBOLLO POSTE DEDICATO AL BACCALÀ

Web Magazine Padova
Pubblicato da in Cultura · 23 Febbraio 2017
Tags: veneto
VENEZIA, 23 FEB - Anche il presidente del Consiglio regionale, Roberto Ciambetti, ha voluto celebrare - in una nota - il primo francobollo delle Poste italiane dedicato ad una ricetta tipicamente veneta, il Bacalà alla Vicentina, che dopo la presentazione di oggi a Vicenza sarà emesso l'1 marzo. «Nulla di sorprendente - scrive Ciambetti - se le Poste Italiane dedicano il primo francobollo celebrativo di una ricetta al Bacalà alla Vicentina: Guido Piovene, per primo, scelse proprio questa ricetta per dimostrare che la cucina italiana non era seconda a nessuno». «La ricetta del Bacalà - prosegue Ciambetti - era un caso esemplare e vale la pena riandare alle parole del celebre scrittore: 'A coloro che accusano la cucina italiana d'essere elementare rispetto alla francese, dirò che il baccalà alla vicentina, di qualità sceltissima, battuto a lungo con un martello di legno, messo a bagno trentasei ore; tagliato a pezzetti, cosparso di formaggio e soffritto di burro, olio, acciuga e cipolle; cotto poi a fuoco lento; condito ancora di prezzemolo, pepe e latte, è un vero piatto alla francese. Vi bolle a fuoco lento una civiltà raffinatà. E poco male se Piovene usa due C al posto di una sola come vuole la lingua Veneta». Quest'ultima battuta del Presidente del Consiglio si rifà alla «polemica che ha visto contrapposti nelle riviste di filatelia due partiti, l'uno per la doppia C, l'altro con un C sola. »Credo che Virgilio Scapin, altro letterato raffinato e primo Priore della Confraternita del Bacalà alla Vicentina - prosegue Ciambetti -, si sarebbe divertito e non poco in questa polemica. Non avrebbe avuto dubbi Scapin: una C per il bacalà alla Vicentina e due, invece, per il mantecato alla Veneziana sebbene in entrambi i casi la materia prima dovrebbe essere la stessa ma le ricette, e soprattutto i tempi di cottura, siano completamente diversi. Lenta, lentissima quella del Bacalà vicentino, quasi fulminea, comunque veloce, quella del mantecato«.
»Ad ogni buon conto - conclude - so bene che c'è chi vuole negare dignità di lingua a quella veneta, ma costoro lascino che almeno le ricette legate alla tradizione locale siano intitolate nella loro dizione tradizionale e popolare. Ringrazio pertanto le Poste Italiane che hanno voluto mantenere il termine veneto nel francobollo celebrativo che verrà emesso mercoledì 1 marzo«.



web magazine eventi padova oggi
WebMagazine@2017  Via Lombardia 6 - Albignasego - Padova
Torna ai contenuti